Sgosh autunnale

Sgosh autunnale

mercoledì 28 novembre 2012

New entry!!

C'era già Ausdauer, che occupa già da sola un discreto spazio nei 35 mq al momento disponibili, ma sulla sua figura mitologica non intendo dilungarmi oltre, essendoci un intero blog dedicato.
C'è anche il CdM, che ha la capacità di spargersi nello spazio modello "blob che avanza" e gli basta varcare la soglia di casa per riuscire a occupare ogni singolo cm libero con portafoglio, chiavi, scarpe, calzini, deodorante, portatile, cavi, hard disk, cellulare, cavi per cellulare, borsa, quaderni, volantini che "non-provare-a-buttare-che-l'-anno-prossimo-voglio-vedere-cosa-c'-era-in-offerta!", coperte, magliette e maglioni di riserva più varie ed eventuali.
Poi è arrivata la gatta isterica Lucilla, che può vantare la proprietà di un tiragraffi alto 1,80 m, due piste con palline, un tunnel frusciante, diversi topini e pupazzetti sparsi per casa e in più è in grado di posizionarsi comodamente su qualsiasi superficie disponibile, come potete notare dalla foto.


Poi un giorno ho aperto la pagina del gattile e ho trovato la foto di questa gattina stupenda, di cui mi sono innamorata subito. Ma non la volevo, perché Lucilla è per natura una paranoica pazza potenzialmente assassina, e in più mi sembrava che già si stesse abbastanza stretti.
Il CdM non ha resistito alla tentazione e ha chiamato la volontaria che l'aveva cresciuta, siamo andati a trovarla e ahinoi, è stato amore! La piccola all'inizio ci ha snobbati, poi ha sentito parlare di giochini vari, pappe buone, gatto psicopatico da salvare e si è accoccolata sul CdM, succhiandogli il lobo dell'orecchio con fare suadente. A quel punto non c'è stato niente da fare, la piccola ruffianella è diventata nostra.

E così il 5 novembre è arrivata Melissa, un nome, una garanzia.
Dopo l'esperienza con Lucilla, eravamo pronti al peggio. Lucilla si fa fare le coccole solo quando vuole per e un tempo limitato, si concede a poche persone, morde ogni volta che qualcosa non le va bene o che qualcuno osa disturbarla, se la sgridi ti insegue per prenderti a zampate con sguardo assassino. Però è un coniglio e ha paura di qualsiasi cosa (eccetto noi coinquilini): del campanello, degli estranei, di mio padre, dei genitori del CdM, dell'aspirapolvere, della cannetta gioco con le piume che fa flap flap, del veterinario e ha avuto persino paura di Melissa quando l'ha vista. Un amore di gatto che io adoro, in quanto è la mia esatta versione felina.
Melissa invece è stata immediatamente soprannominata Pupazzetto. La guardi, fa le fusa. La sgridi, fa le fusa. La accarezzi, si stende a pancia all'aria come un cane e fa le fusa. La prendi per metterle il collirio, miagola infastidita, ma fa le fusa. Ringhia e soffia solo quando Lucilla le salta addosso tentando di strapparle la giugulare a morsi, ma tutto sommato è giustificata.
In questa foto sta guardando il CdM, dopo un'ora di grattini sulla pancia durante il telefilm serale, come per dire "Tutto qui?? Mi devo già alzare??".


Questo gatto non è un gatto, deve essere sicuramente una mutazione genetica strana.

E comunque, per la cronaca, ormai non c'è più un cm di pavimento libero su cui camminare.





12 commenti:

  1. Gli amorini della zia Libby!!!

    RispondiElimina
  2. Spettacolo tutte e due!! ^_^
    PS: usiamo lo stesso colluttorio.

    RispondiElimina
  3. Nooo! Pari pari ai mieii*.* Vito è come Lucilla, e la nostra Kiki, al contrario, è la Regina delle fusa:D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci vogliono due aspetti diversi del felino!

      Elimina
  4. è una tricolore giusto?(le devi fare una foto da "presentazione" ufficiale!)

    RispondiElimina