Sgosh autunnale

Sgosh autunnale

lunedì 28 aprile 2014

L'Urlo


Quest'anno sono tornata ufficialmente in front-office.
Abbiamo dovuto partecipare ad un corso e alla domanda "cos'è per te il cliente", mentre tutti rispondevano cose tipo "è la mia famiglia" oppure "è qualcuno da coccolare" (boh, la follia), il mio unico pensiero era "è colui che mi straccia costantemente le budella".

Lo so, è terribile. Questo lavoro mi ha avuta. Specialmente se le colleghe si guardano bene dal mollare la sedia del back office e io sto in piedi 8/9 ore di fila al giorno e non mi sento più i piedi. E vorrei strapparmi le orecchie.



Qualche sera fa, colta da un istinto suicida improvviso, decido di chiamare una cliente con cui per email c'era stata qualche incomprensione con le mie colleghe, nel tentativo di chiarire dopo che le mie colleghe, per 4 interi giorni,hanno ignorato volutamente le sue insistenti email.
Preciso che la cliente ha prenotato una vacanza nelle due settimane centrali di agosto e ha rotto talmente tanto le scatole da accordare non so come uno sconto di 1000 euro, ulteriormente ribassato di 150 euro da lei stessa nell'ultima mail.
La chiamo e con la voce più dolce che mi esce le spiego che altri 150 euro mi sembrano difficili da accordare e non riesco a finire la frase che parte con un lento ma inesorabile piagnucolio.
"Cosa mi sta dicendo? Io mi ero già accordata con la sua collega... non esiste che ora mi facciate pagare 150 euro in più! (veramente paga 1000 euro in meno, ma dettagli) Lei sa cosa vuol dire questo? Mi costringe a non fare le ferie? (veramente no, ma se vuoi venire in altissima stagione come minimo dovresti pagare!) No no lei non ha idea dei sacrifici che ho fatto per organizzare questa vacanza (suvvia, sacrifici... manco hai mandato la caparra). Ho mio marito in cassa integrazione e due figli, lei sa cosa significa?? (sì, che normalmente se non si hanno i soldi non si prenotano 2 settimane di ferie nel periodo di altissima stagione) Ho dovuto litigare in ufficio per ottenere proprio queste due settimane (e ti credo, fai la morta di fame e poi a  Ferragosto vai in zona vip come se ti fosse dovuto)... Ecco, sa cosa le dico? Le bambine hanno già capito tutto... che non si va in vacanza! Dovrebbe venire qui e vedere le loro facce sconvolte... ecco ora una sta piangendo (ma per favore, possiamo essere più patetici???). Questa telefonata mi ha sconvolta, io ora non so più cosa dire (ma magari signora, stia zitta!!)... 150 euro in più io non li pago!"
Dopo 20 minuti di lacrime e sangue ricevo una telefonata dal capo, arrabbiatissimo perché le linee risultavano tutte occupate e io non rispondevo al telefono. Mi intima di richiamare la signora e di accordarle il prezzo pattuito, e che non venga mai più in mente a nessuno di fare figure del genere con i clienti (ma dico io, stiamo scherzando??? Siamo all'apoteosi).
La richiamo con la sensazione di dover vomitare, lei si tranquillizza e mi chiede come funziona per il parcheggio. Le spiego che quello interno ha un costo totale di 120 euro e lei mi risponde "oh, capisco, me lo prenoti pure... tanto non sono 120 euro che mi cambiano la vita!". 
E il cliente dovrebbe essere la mia famiglia?? Piuttosto preferisco essere orfana e sola al mondo! E per quanto riguarda le coccole, io farei partire solo randellate, a destra e a manca finché non cadono tutti a terra senza denti. 



Sono adatta a stare in front-office, certo.

Ieri entra una famiglia nel bel mezzo della merenda che organizziamo per i bambini. Mi mostra il viso pasciuto della sua bimba e con aria grave mi dice "passavamo di qui e la bambina ha fame, non è che posso farle fare merenda?". Sconvolta dalla faccia tosta, le rispondo che la merenda è per gli ospiti dell'hotel e lei piccata mi risponde "Allora mi faccia un preventivo". Dopo un preventivo lungo e complicato le domando se ha piacere di vedere una stanza e lei mi risponde "No, la bambina ha fame, devo proprio scappare e trovarle una merenda! Arrivederci!". 

Gente, ma che problemi avete? Siete diventati tutti pazzi? Dall'Italia non emigrano più solo le persone, ma anche migliaia di cervelli?

Il cliente è qualcuno che deve farsi curare, ve lo dico io.

Non arriverò mai al 13 settembre senza essere denunciata e/o arrestata per qualche crimine orrendo, è poco ma sicuro.

10 commenti:

  1. O__________________o
    Io ho paura della gente.
    Tanta paura!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ormai ho più paura delle mie reazioni!

      Elimina
  2. Risposte
    1. Sì, ed è solo una piccola parte!!

      Elimina
    2. la gente non è normale cmq...solo io non mi permetterei mai certe cose? boh

      Elimina
  3. milleeurodisconto? sono ancora sconvolta... e invidiosa della faccia tosta che ha certa gente...

    RispondiElimina
  4. no ma la bambina che deve fare merenda...non so come sei riuscita a risponderle, io sarei rimasta a bocca aperta, senza parole... O___O

    RispondiElimina
  5. Avere a che fare con la gente e' impresa di tutto rispetto considerando i soggetto ...

    RispondiElimina
  6. quando ho lavorato al supermercato avevamo una targhetta con scritto il nostro nome e sotto "ho sempre un sorriso per te". Io pensavo: col cazzo! ahahah

    RispondiElimina
  7. Sorella, questa non me l'avevi raccontata!!! Ahahahahaah! Quella della merenda poi è un'apoteosi!!!

    RispondiElimina